Carrello

Visualizza il carrello

articoli (0)

Ultime notizie

I consigli di CPP

    1. Come puoi proteggerti dai rischi di utilizzo fraudolento e clonazione
    2. Cosa fare in caso di utilizzo fraudolento e/o clonazione
    3. Il Decalogo di CPP Italia nell'utilizzo degli strumenti di pagamento.
      

    COME TI PUOI PROTEGGERE DAI RISCHI DI UTILIZZO FRAUDOLENTO E CLONAZIONE
     
    Le carte di credito, ed in generale, quelle di pagamento sono sicure ma esistono alcuni momenti molto delicati e nei quali bisogna fare molta attenzione:
     
    1. Quando ti vengono recapitati a casa, per posta, la carta di credito o il bancomat e il successivo codice PIN. Ricordati di controllare che le buste siano integre e che siano effettivamente della tua banca.

    2. Quando utilizzi la tua carta di pagamento (es. nei negozi, alberghi, ristoranti, ...):
    • Mai mostrare carta e pin ad estranei e non scrivere il PIN su agende, sulla carta stessa o su altri documenti cartacei.
    • Non perdere mai di vista la tua carta o il tuo bancomat quando stanno facendo un pagamento nei negozi o al ristorante.
    • Utilizza la tua carta e il tuo bancomat solo nei negozi che ritieni di fiducia.
    • Di fronte a una doppia strisciata chiedere spiegazioni e nel caso di una transazione non andata a buon fine bisogna chiedere sempre la ricevuta e mantenerla per effettuare eventuali controlli e verifiche successive.
    • Verificare l'importo esatto delle ricevute di pagamento, non buttarle mai nei cestini di negozi e centri commerciali dove magari qualcuno potrebbe frugare e rubare i riferimenti delle tue carte.
    • In definitiva, tratta le carte come se fosse denaro contante.
    • Attiva il servizio di sms alert.
    3. Quando utilizzi la tua carta, presso un sportello ATM, per prelevare contante:
    • Verificare che non vi siano strutture sovrapposte e/o sporgenti sull'impianto.
    • Osservare bene la fessura dove si inserisce la tessera e verifica che sia ben fissa perchè potrebbe essere stata manomessa.
    • Se la carta s'inceppa dentro l'apparecchio ATM non abbandonarla mai. Fai le chiamate necessarie per bloccare la carta senza lasciare la postazione ATM.
    4. Quando ricevi il tuo estratto conto:
    • Controllalo ogni mese per accorgerti di eventuali spese mai effettuate. E ricorda che è inoltre indispensabile disconoscere acquisti truffaldini entro e non oltre i 60 giorni dall'avvenimento denunciando l'accaduto alle forze dell'ordine e all'ufficio reclami della tua Banca.
    • Quando decidi di buttare tutti i tuoi estratti conto e le comunicazioni delle banche, assicurati di distruggerli accuratamente, in modo da rendere illeggibili gli estremi identificativi riportati sui fogli.
    Inoltre fai attenzione alle mail:
    se ti arrivano messaggi di posta elettronica dove la tua banca o l'ente emittente ti chiedono dati sensibili relativi alla tua carta di credito o al conto corrente non rispondere a nessuna richiesta e non cliccare sul link che ti segnalano.
    E' necessario avvertire la banca o le forze dell'ordine avendo l'accortezza di non cancellare l'e-mail.
    RICORDA: un istituto di credito non chiederà mai via e-mail ai propri clienti dati sensibili e riservati, come le password e i dati del tuo conto o della tua carta.

    COSA FARE IN CASO DI UTILIZZO FRAUDOLENTO E/O CLONAZIONE

     

    Se, nonostante tutte le precauzioni, ci si accorge, subito tramite un sms sul cellulare o dopo con l'estratto conto della carta di credito o bancomat di addebiti per spese mai sostenute, bisogna chiamare immediatamente il numero verde dell'emittente per bloccare la carta.


    La stessa procedura va seguita anche in caso di furto o smarrimento delle Carte di credito e bancomat.

    Per velocizzare questa procedura sarà bene aver memorizzato i vari numeri di blocco su più supporti (cellulare, agenda dell'ufficio, agenda di casa, ecc.) in modo da procedere al loro blocco il più rapidamente possibile. 

    Ti ricordiamo che se sei in possesso di una carta multi-funzione è necessario fare 2 chiamate per bloccare sia la carta di credito che il bancomat.

    IMPORTANTE! Una volta effettuato il blocco, bisogna recarsi presso il più vicino posto di polizia per sporgere denuncia.

    ALCUNE "COSE" CHE DEVI SAPERE:

    • Finché non si effettua la richiesta di blocco tutti i prelevamenti ed addebiti effettuati da terzi restano a carico del titolare. Laddove venga esclusa qualsiasi responsabilità da parte del titolare nell'uso della carta, gli importi relativi vengono in genere riaccreditati dalla società emittente, salvi i casi di comportamento fraudolento, dolo o colpa grave del Titolare stesso, o la mancata osservazione degli obblighi di massima cautela, di custodia e del buon uso della carta (come previsto dalla Raccomandazione CE 489/97).
      Solitamente rimane a carico del titolare una franchigia di 150 euro, a prescindere dall'importo complessivamente sottratto nelle 24 ore precedenti la telefonata per bloccare la carta.
    • Se ti accorgi dell'utilizzo fraudolento in seguito al ricevimento dell'estratto conto, hai 60 giorni di tempo per inviare all'Ente Emittente un reclamo scritto, accompagnato dalla denuncia fatta alla polizia.

    IL DECALOGO DI CPP ITALIA SULLA SICUREZZA NELL'UTILIZZO DELLE CARTE DI PAGAMENTO.

    1. Mai mostrare carte e pin ad estranei (può apparire un'ovvietà ma continua ad accadere, al pari di scrivere il pin sul retro della carta stessa) e non scrivere il pin su agende o altri documenti cartacei;
    2. Non perdere mai di vista la tua carta quando stanno facendo un pagamento nei negozi;
    3. Utilizza la tua carta o il tuo bancomat solo nei negozi che ritieni di fiducia;
    4. Osservare bene la fessura dove si inserisce la tessera bancomat e verificare che sia ben fissa o meno, potrebbe essere stata manomessa;
    5. Verificare che la tastiera dell'ATM dove si digita il codice pin non sia finta ovvero sovrapposta a quella vera;
    6. Se la carta s'inceppa dentro l'apparecchio ATM non abbandonarla mai. Fai le chiamate del caso senza uscire dalla postazione ATM;
    7. Prelevare preferibilemte dagli sportelli della tua banca nelle ore in cui è aperta al pubblico;
    8. Non fare acquisti su internet sprovvisti di certificazione che garantiscono la sicurezza della transazione;
    9. E' indispensabile disconoscere acquisti truffaldini entro e non oltre i sessanta giorni dall'avvenimento;
    10. Scrivere all'ufficio reclami della propria banca



    4.4
    • Oltre 500 mila Clienti gestiti
    • Aiutiamo i nostri clienti da oltre 15 anni
    • Un team di esperti a tua disposizione
    Scopri gruppo CPP

    Qui per aiutarti

    Tutela, Comprensione e Ascolto!

    Siamo qui per tutelare, comprendere e ascoltare quotidianamente i nostri Clienti.